UNA FALESIA
DUE GIORNI
DUE CAMPI BASE

Torna lo storico meeting internazionale non competitivo di arrampicata!
Quest’anno ARRAMPICARNIA vi farà scoprire un’altra bella falesia del Comune di Paluzza.

arrampicarnia
la storia

Arrampicarnia è stato uno dei primi raduni non competitivi della storia dell’ arrampicata sportiva italiana. Nelle prime tre edizioni, tenutesi dal 1986 al 1988, Arrampicarnia ospitò tra le pareti del Pal Piccolo e Avostanis, nelle Alpi Carniche, alcuni tra i protagonisti di un’allora giovanissima disciplina, molti dei quali ancor oggi sulla breccia.

Basti ricordare Manolo, Heinz Mariacher, Beat Kammerlander, Roberto Bassi, Mauro Corona, Andrea Gallo, Sandro Neri, Icio Dall’Omo, Rolando Larcher, Luisa Iovane, Gigi Mario, un giovanissimo Pietro Dal Pra e l’indimenticabile, Patrick Berhault.

AVOSTANIS

La falesia di Avostanis si trova a 1950 m di quota ed è caratterizzata da una compatta fascia di roccia calcarea che si specchia in uno scenografico lago alpino. Con oltre 120 monotiri e qualche via multipitch, Avostanis è adatta ad arrampicatori di ogni livello che vogliono cimentarsi dal grado 4b al 8b.

LE ATTIVITA’

COLLATERALI

Durante l’edizione 2019 di Arrampicarnia, bambini e principianti avranno possibilità di provare l’arrampicata sportiva seguiti dalle Guide Alpine FVG.

Gastronomia all day long, campeggio libero, musica, yoga, slackline, test materiali e prova e-bike.

IL GADGET 2019

Durante la prima edizione di ARRAMPICARNIA datata 1986, un artista di cui non conosciamo il nome creò una magnifica illustrazione della scogliera del Passo di Monte Croce Carnico. L’immagine è stata scelta per rappresentare anche “l’edizione 0” del 2018.

Abbiamo così deciso di continuare con questa “tradizione”. Ogni anno un illustratore verrà invitato a condividere con noi la sua personale visione della falesia scelta per ospitare la manifestazione.

Conquista e carezza, Avostanis, sguardo di dea che segue e accoglie. Puoi essere in cerca di angeli o in fuga da demoni, qui, quando la guardi negli occhi, ti senti parte di Avostanis.

Illustrazione Laura Candotti

SCOPRI
L’EDIZIONE
2018

I 150 anni dalla prima salita della Cjanevate da parte di Paul Grohmann sono stati l’occasione per presentare una fitta serie di eventi dedicati agli appassionati della montagna, grandi e piccini.
Storia, arrampicata e natura si sono intrecciati nella suggestiva cornice delle Alpi Carniche.

L’arrampicata è soggetta ai rischi oggettivi degli ambienti alpini, si declina pertanto qualsivoglia responsabilità connessa a tali rischi.

Suggeriamo di:

Sostare a ridosso della falesia il tempo necessario per l’arrampicata ed utilizzare sempre il casco protettivo;

Arrampicare utilizzando attrezzatura idonea ed omologata e verificare lo stato della chiodatura;

Conoscere perfettamente le tecniche di progressione, assicurazione e calate in parete;

Minorenni e principianti devono essere accompagnati e seguiti da persone esperte;

Rispettare l'ambiente ed il silenzio circostanti e non abbandonare rifiuti.